Italian Language from a little Tuscan kitchen (IT-EN)

(IT) Italiano da una piccola cucina toscana

Dopo tanto viaggiare avevo finalmente deciso di fermarmi e tonare “ a casa”. Così dopo gli Stati Uniti, la Francia e la Germania, i tanti anni in Inghilterra…eccomi di nuovo a casa nella mia Toscana.

Lavanda- Toscana
Lavanda- Toscana

Esperienze culturali e full immersion tra Siena, Firenze, le colline e la costa, insegnando l’Italiano insieme ad esperienze sul campo, …tutto sembrava andare per il meglio quando…il nemico invisibile ha sconvolto i nostri programmi.

Ripartire da capo

Dopo l’iniziale sconforto e disorientamento ho pensato a come concentrare le forze su ciò che era possibile fare anziché quello che non era fattibile al momento.

Italian from a Tuscan kitchen
Italian from a Tuscan kitchen

Ed ecco che, non senza fatica all’inizio, sono uscita dalla malinconia, dal disorientamento ed ho iniziato a progettare un modo per continuare a diffondere la mia passione per l’insegnamento della lingua tra chiunque condividesse l’amore per l’Italia, la dolce vita  e la sua cultura.

Una nuova libertà

Non solo, ma l’idea di poter comunicare con chiunque nel mondo,  dovunque io mi trovassi,  mi è sembrata bellissima, proprio quello che faceva per me.

Chiara's-experiences
Chiara’s-experiences

In un periodo di totale mancanza di libertà, mi sono costruita una forma di libertà tutta mia e senza obbligo di mascherina!

È stato così che ho iniziato a insegnare Italiano mentre prendevo un caffè e sbirciavo i tetti di Parigi dallo schermo di Amelie, o ammiravo il tramonto a Strasburgo dalla finestra di Olimpia.

alla finestra
alla finestra

Ho fatto lezione in un giardino inglese con Sue e suo marito, ho parlato di caffè e Moka a signore deliziose sedute nelle loro belle case americane che, dal salotto mi mostravano le caffettiere comprate in onore delle nostre lezioni.  Mi sento… o spero, di non aver solamente insegnato la lingua.

Chiara-s-Tuscany-on-line-Italian
Chiara-s-Tuscany-on-line-Italian

Con i miei “amici” abbiamo condiviso sentimenti, sensazioni, abbiamo “viaggiato” mentalmente, uscendo dalla nostre case volando nelle città e nei villaggi con le immagini, le foto ed i miei racconti.

Language Therapy

La chiamo la mia Language Therapy,  capace di aiutare a superare anche i momenti più duri.

Caffè e giornale
Caffè e giornale

Mi piace pensare che sto portando l’Italia, con le sue tazzine di caffè ed i coni gelato, dalla mia cucina toscana fino a Dubai, a casa di una deliziosa scrittrice impegnata in un nuovo libro, o in Australia da una giornalista durante la sua pausa pranzo.

Adoro volare sulla East Coast, da Nancy e Paula, con cui il tempo vola, o sulla West Coast, da Deborah, Beth e Doug, con cui ho una lezione in mente e finisce sempre per essere tutta un’altra cosa…

Esperienze e sensazioni

Con i miei corsi on line voglio che le persone possano sognare e sentire quasi il gusto del vino delle vigne intorno a me, o il sole sulla faccia dal mio balcone. Condividendo una ricetta voglio che possano ricreare a casa loro quel sapore che li riporta in Toscana, sotto la pergola o tra i limoni .

Villa Catignano - Lemons
Villa Catignano – Lemons

Ma tutto questo non rimarrà virtuale. Non appena sarà di nuovo sicuro e sereno viaggiare, tutte le nostre esperienze virtuali diventeranno immersioni in questa terra di cui tanto abbiamo sognato e parlato.

I miei amici-studenti sapranno a quel punto così tante cose della cultura e del modo di vivere italiano che sarà bellissimo poter toccare tutto con mano. Toccare ma anche assaggiare, annusare, vedere, provare….

Chiara's-Tuscany-Shopping-Tour
Chiara’s-Tuscany-Shopping-Tour

Capire l’Italia e gli Italiani attraverso la lingua. I miei corsi on line, tra un po’ di tempo, saranno accompagnati anche da pacchetti self-study  e piccole guide alla “dolce vita” grazie al paziente lavoro di colleghe fantastiche che condividono con me il progetto ed il sogno.

Chiara_Wine-Shop-Siena
Chiara_Wine-Shop-Siena

Perchè senza sogni e progetti  non si va da nessuna parte e io da qualche parte vorrei andare,  ma con voi.

(EN) Italian Language from a little Tuscan kitchen

After so much traveling, I had finally decided to return “home”. After the United States, France and Germany, the many years in England… here I am back  home in my Tuscany.

la Mobille
la Mobille

Cultural experiences and full immersions in Siena, Florence, the rolling hills and the scented coast, teaching Italian along with field experiences, … everything seemed to be going well when … the invisible enemy turned everything upside down.

Starting from scratch

After the initial discomfort and disorientation, I thought about how to focus on what was possible rather than what was not feasible, at the moment.

Italian from a Tuscan kitchen
Italian from a Tuscan kitchen

So, here I am now, notwithstanding some initial difficulties.

I got past the melancholy, the unavoidable disorientation and started planning a way to continue spreading my passion for teaching the language to anyone who shared my love for Italy, its culture and “la dolce vita” .

A new freedom

Not only that, but the idea of ​​being able to communicate with anyone in the world from wherever I was, seemed to me just what I needed right now.

In a time of total lack of freedom, I have tried to build my own kind of freedom, mask-free!

Chiara's-experiences
Chiara’s-experiences

This is how I started teaching Italian while having coffee and peering over the rooftops of Paris from Amelie’s screen.

alla finestra
alla finestra

I admired the sunset in Strasbourg from Olimpia’s window. We had lessons in an English garden with Sue and her husband. I spoke of coffee and Moka coffee machine to delightful ladies sitting in their beautiful American homes who, from their living room, showed me the coffee pots bought following our lessons

quarantine Strasbourg
quarantine Strasbourg

Ifeel that  haven’t just been teaching the language.   With my “friends” we shared feelings, we “traveled” with the mind, leaving our homes to fly to Italian cities and villages on the wings of pictures, slides and my stories.

Language Therapy

I like to think that I am taking “my Italy”, with its coffee cups and ice cream cones, from my Tuscan kitchen to Dubai, to the home of a delightful writer working on a new book, or to Australia, to a journalist’s office during her lunch break.

A-passeggio-con-Chiara
A-passeggio-con-Chiara

I love reaching Nancy and Paula, in their living rooms on the East Coast, with whom time flies.  Or visiting Deborah, Beth and Doug on the West Coast with whom I start a well-planned lesson that inevitably ends up tackling something else…

Chiara-s-Tuscany-on-line-Italian
Chiara-s-Tuscany-on-line-Italian

This is what I call my “Language Therapy”.

With my online courses I want people to be able to dream about being here and almost feel the taste of wine from the vineyards around me or the warmth of the sun from my balcony  on their face.

By sharing a recipe, I want them to be able to recreate at home that flavor that takes them back to Tuscany, under the pergola. But all this will not remain virtual.

Experiences and feelings

As soon as it is safe to travel again, all our virtual experiences will become  full immersions in the places we have dreamed of and talked about so much.

Chiara-sTuscany-la-Mobille-Siena
Chiara-sTuscany-la-Mobille-Siena

By then, they will know so much about the Italian culture and way of life, that it will be wonderful to be able to directly experience everything. Touching with their hands but also tasting, smelling, seeing, trying….

Understanding Italy and Italians through the language. My online courses, in the near future, will also be accompanied by self-study packages and small guides to the “dolce vita” thanks to the patient work of fantastic colleagues who share the project and the dream with me.

Chiara-s-Tuscany-Experiences
Chiara-s-Tuscany-Experiences

Because without dreams and projects you can’t go anywhere and I would like to go somewhere but with you.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *