In Cucina con Caterina. Da Firenze alla Corte di Francia (IT)

In cucina con Caterina. Da Firenze alla Corte di Francia – Nipote di Lorenzo il Magnifico, Caterina dé Medici a soli 14 anni sposa Enrico d’Orléans, futuro re Enrico II (1533). Non si tratta di matrimonio d’amore ovviamente. Ma quelli erano i tempi.

Omaggio a Caterina - Palazzo Medici Riccardi

Amante della buona cucina e non contenta di quella francese che, all’epoca era ancora dozzinale e poco ricercata, Caterina fa venire dalla Toscana il suo “team”: i cuochi del Mugello, i suoi pasticceri, il suo gelataio personale da Urbino.

Pic-nic sull'erba
Pic-nic sull’erba

A lei si deve l’influenza che la cucina fiorentina ha avuto su quella francese perché i cuochi ed i pasticceri che la seguirono, portarono con sé ingredienti e ricette nuove.

Cuochi Francesi e ricette dimenticate

Lo ammettono i Francesi stessi che scrivono : “ Dobbiamo riconoscere che i cuochi italiani venuti in Francia al seguito di Caterina dè Medici sono all’origine della cucina francese, per gli elementi ed i condimenti, per noi nuovi”.

I menu della corte fiorentina ai tempi dei Medici

E’ da precisare però che ai cuochi francesi va riconosciuto il merito di aver mantenuto in uso- introducendole nella loro cucina nazionale- molte ricette che nel nostro paese da tempo sono cadute in disuso (sono state dimenticate) e di averle portate nella cucina tradizionale.

Una buona forchetta

Caterina aveva la fama di amare il buon cibo ed il buon vino, di essere cioè quello che in Italiano si dice “ una buona forchetta”.

Madame Caterina de' Medici, italianissima trendsetter! - Antichità Bellini

Tra l’altro (by the way), l’introduzione della forchetta a tavola in Francia è stato proprio grazie a lei!   Prima si mangiava soprattutto con l’aiuto del coltello e direttamente con le mani.

L'arte del banchetto rinascimentale ⋆ ANEDDOTICA - tech, history, activism, and satire since 2012

Ma quali sono le ricette antiche fiorentine che ritroviamo ancora oggi nella cucina tradizionale francese? Molte salse, per esempio la famosa Besciamella. L’uso delle frattaglie (interiora) come i patè di fegato ( i crostini neri toscani  e il fois gras modificato nella ricetta francese) , l’olio di oliva, le crespelle (in Francia divenute le celebri crepes), gli spinaci, i fagioli, i piselli , i carciofi e l’uso di cucinare volatili (uccelli) , come l’anatra all’arancio. Ma anche le uova usate nelle frittate (omelettes), la tradizione di prosciutti e salami ed alcuni dolcetti, come i biscottini simili ai celebri Macaron.Macarons al Cioccolato Fondente e Burro Salato 1889 dal Cuore Puro - Dark Chocolate and Salted Butter Macarons With a Pure Heart - Pane, burro e marmellata

Tra i dessert, ricordiamo la crema ghiacciata, la crema fiorentina, che verrà poi conosciuta in tutta Europa , l’antenato del gelato italiano.Come nasce la "Crema Fiorentina", a Firenze conosciuta come Buontalenti | La Gazzetta di Firenze

 Besciamella o Béchamel

La Salsa Bechamel, è conosciuta come creazione di Louis de Bèchamel, Marchese di Nointel, gran ciambellano di Re Luigi XIV (secolo XVII). Non tutti sanno che tale salsa ha la stessa ricetta della sua antenata toscana : la Salsa Colla ( il nome deriva dal fatto che la salsa era usata anche per “legare” gli ingredienti di una pietanza) giunta in terra di Francia con l’arrivo a Parigi di Caterina .Ricetta Besciamella - Le Ricette di Buonissimo

La salsa colla presentava varie spezie nella versione originale, poi alleggerita nella ricetta francese:

Ingredienti della Besciamella: 

1 Lt latte/ 4 cucchiai di farina/ 4 cucchiai di burro / Sale, pepe, noce moscata grattugiata

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *